La Mimosa simbolo delle donne!

230

CARATTERISTICHE
Questa splendida pianta ha origine nella lontana Australia e più precisamente in Tasmania!
E’ giunta in Europa all’inizio del 1800 e si presenta come albero oppure arbusto caratterizzato dalla ricchissima fioritura di colore giallo.
La mimosa viene coltivata sia in vaso che in piena terra e può raggiungere altezze ragguardevoli, 20 metri circa! La sua fioritura ovviamente è nei primi giorni di Marzo.

SIGNIFICATO
Secondo gli Indiani d’America i fiori della mimosa significano forza e femminilità. Non è quindi un caso che sia stato eletto fiore simbolo della festa della donna: non solo infatti fiorisce proprio in concomitanza dell’8 marzo, ma ha un significato in linea con la ricorrenza.
La mimosa venne infatti scelta come fiore per commemorare le operaie morte durante un incendio nella fabbrica di New York in cui lavoravano. Il triste episodio avvenne proprio l’8 marzo del 1908.
Nel 1946 l’U.D.I (Unione Donne Italiane) scelse la mimosa come fiore perfetto per simboleggiare la festa della donna: è infatti un fiore che cresce spontaneamente in molte parti d’Italia, è economico ed è facile avere un rametto piccolo da appuntare alla camicetta o alla giacca.

PROPRIETA’ & BENEFICI
Questa pianta dal tronco alle foglie, è ricca di vitali micronutrienti vegetali, tra cui rame, ferro, zinco, magnesio e manganese. Tali nutrienti favoriscono la riparazione cellulare e aiutano il corpo a mantenere il sistema immunitario sano e forte!

CURIOSITA’
In Cina questa pianta è conosciuta come “corteccia della felicità collettiva” poichè la corteccia essiccata o in polvere esalta l’umore. L’albero di mimosa infatti veniva regalato alle persone che avevano bisogno di conforto spirituale o purificazione.

La mimosa oltre ad aprire la stagione della primavera con il suo colore giallo ed il suo profumo intenso, è in grado grazie alla sua corteccia e alle sue foglie di:
curare ustioni e ferite, alleviare i sintomi di bronchite e tosse, la sua corteccia polverizzata contiene quantità estremamente elevate di antiossidanti e tannini astringenti che servono a fermare le emorragie aiutando la pelle nella formazione di un tessuto sano, riduce le infiammazioni alleviando il dolore, antidolorifico orale preparando una tisana con le sue foglie allevia il mal di denti, è indicata contro la lotta all’acne, psoriasi ed herpes e recentemente è diventata un ingrediente comune in prodotti per capelli e pelle stimolando la produzione di elastina e collagene.

CONSIGLI UTILI
I fiori di mimosa una volta portati a casa tendono ad appassire e a seccare rapidamente, ma sappiate che si tratta di una pianta capace di produrre, se ferita o recisa, un lattice gommoso che la isola dall’ambiente esterno. Questo fenomeno, utile in natura, non consente alla parte recisa di assorbire acqua dal vaso dove è collocata. Quindi giunti a casa dobbiamo con un coltellino affilato eliminare tutte le foglie rovinate e quelle alla base dei rametti (questi infatti marciscono più rapidamente perchè sono a contatto con l’acqua del vaso), rinnovare il taglio del ramo e porlo quanto più rapidamente possibile in acqua pulita, fresca e inacidita con due gocce di limone.
Il vaso va poi collocato in piena luce, ma lontano da fonti di calore come i termosifoni altrimenti seccherà troppo velocemente.

Veronica

Seguici sulla pagina facebook IDEE PER UNA GITA

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.